Ritratti

27 May 2013 Comments Off

Ennio Serventi è il “vecchio” più giovane che io conosca. Penso di sapere qual è il suo “segreto”: la passione. Lo so, la parola evoca anche dolore, ma così è, infatti, nelle vite vissute con autentica partecipazione, così è nelle vite “da compagni”. La condivisione della sorte altrui non avviene senza lasciare cicatrici.
Ennio Serventi ci regala tre ritratti: accompagna tre uomini conosciuti sul lavoro dall’officina alla pensione, a quel momento dell’esistenza che non sembra poi “quella meta così bella come la si immagina quando si è giovani ed il suo raggiungimento lo si identifica come una vittoria sul lavoro e sul tempo. A quel traguardo il tempo è scaduto e quel che resta non rinnova né sostituisce la pienezza del passato”.
Ennio Serventi, attraverso la scrittura, riconquista la “pienezza del passato”. Per sé, per gli uomini ritratti, per noi.

I commenti sono chiusi.

Dove sono?

Stai leggendo Ritratti.

meta