Franco Dolci: Compagni

3 June 2007 Comments Off

Raimonda Lobina

 

«Conosco Franco Dolci da tanti anni e mi ha sempre colpito di lui la serenità e la calma con cui racconta, il suo eloquio fluido e ininterrotto, come un fiume che scorre inesorabile e sicuro. È vero, anche oggi si parla molto, ma il parlare oggi è diverso dalla vera comunicazione. Oggi ci si parla addosso, senza attenzione all’altro, si parla per ascoltarsi, per imbonire, per sfogarsi, per provocare. Dolci parla per comunicare e per ricordare.

E altrettanto si può dire della sua lingua scritta, una lingua che ogni volta mi stupisce e mi cattura. Anche quella usata in queste pagine è proprio la lingua di Dolci, un italiano non vecchio, ma antico, e non per questo meno accattivante.»

 

il testo completo in formato pdf

I commenti sono chiusi.

Dove sono?

Stai leggendo Franco Dolci: Compagni.

meta